Se questo sito vi è piaciuto, cliccate qui per votarlo.


IL MICROCIRCUITO IONICO 


Il microcircuito di stimolazione dell'esterocezione plantare ad alta integrazione, interferisce con l'equilibrio ionico dei captatori di pressione del piede, mediante interazione elettromagnetica ad alta frequenza, al fine di stabilizzare e rientrare il soggetto nello spazio.
Nella correzione degli squilibri posturali è una soluzione efficace per correggere il rilevamento di pressione attraverso i ricettori della suola plantare.

Nella pratica clinica si constata che l'effetto sotto i piedi è sovente immediatamente visibile, principalmente nei casi di squilibri tonici di origine podale, molto frequenti nell'eziologia di dolori vertebrali bassi non lesionali.
Si tratta di un'azione fisiologica, non invasiva e non tossica, i cui risultati sono monitorabili grazie a piattaforme baropodometriche.
Il suo presunto modo d'azione sarebbe quello di rassicurare e simmetrizzare il ritmo di scarica dei corpuscoli di Pacini, riducendo così l'assimetria di soglia di sensibilità alla pressione al suolo che ne risulta.

Sfocia in un notevole miglioramento delle instabilità di origine podale (montante) ma sovente anche di altra origine (discendente).
Risulta appropriato nella rieducazione delle differenti anomalie da adattamento posturale dell'uomo ed è indicato quindi, in numerose patologie indotte o in seno a delle anomalie funzionali quali:

- la maggioranza di dolori vertebrali;
- certi disturbi dell'equilibrio (vertigini);
- le disfunzioni vertebrali da disadattamento muscolare alla stazione eretta (verticalità), come certe scoliosi idiomatiche e loro conseguenze, spesso dolorose.
La sua azione di riequilibrio delle asimmetrie toniche e di rieducazione delle instabilità posturali è priva di effetti secondari nocivi e può essere utilizzato inserito in una semplice soletta di cuoio, integrato in solette propriocettive, o incluso in un'ortesi plantare ortopedica, per affinare l'azione meccanica.

Non ha controindicazioni conosciute.