Se questo sito vi è piaciuto, cliccate qui per votarlo.


LA DISCHINESIA ARTICOLARE

(click delle articolazioni)

  

articolo originale

del Dott. Roberto Amich

 

 

Tutte le giunture del corpo umano possono scricchiolare, in particolare le articolazioni vertebrali e le giunture sacroiliache del bacino. 
Il fenomeno del "click" delle articolazioni è molto conosciuto dai pazienti che sono stati trattati con la tecnica delle manipolazioni chiropratiche.
Le articolazioni vengono tenute assieme e guidate nella loro funzione da legamenti e muscoli. Indurimenti, spasmi e degenerazioni di questi tessuti, possono provocare disfunzioni delle articolazioni e riflessi nervosi dolorosi.
Lo scricchiolio delle giunture è conosciuto da almeno 100 anni, cioè dalla riscoperta del metodo terapeutico manipolativo da parte dell'americano David Daniel Palmer, scopritore e fondatore nel 1895 della "Chiropratica.
Palmer insegnava che il "clic" provocato da una separazione veloce di un'articolazione, produce un sollievo enorme per chi ha un disturbo funzionale a questa giuntura.
Il sollievo non è solo per l'effetto locale, ma funziona tramite riflessi nervosi interconnessi che vanno per esempio da un organo afferente (pelle) al midollo spinale, fino al cervello e di ritorno ad un organo effettore (muscolo). Viceversa, la riuscita della separazione dell'articolazione viene quasi sempre confermata con il "clic" che sentiamo.
Definiamo il blocco o malposizione articolare una "sublussazione" e, la manovra curativa che provoca il "clic" ed il benessere, un "aggiustamento".

La denominazione più moderna per "l'aggiustamento" è la "manipolazione", mentre il "blocco" è una "fissazione" o "dischinesia articolare".

Il meccanismo e la causa del "click" terapeutico, furono studiate scientificamente negli anni settanta dal Chiropratico Svizzero Dr. Raymond Sandoz di Neuchâtel.
Prima confermando radiologicamente il fenomeno della separazione fisica dell'articolazione (alcuni decimi di mm), e poi ipotizzando la formazione di una vacuola nello spazio interarticolare.

Le superfici sinoviali dell'articolazione vengono separate dallo strappo esercitato assialmente alla giuntura e si forma uno spazio (vacuo) che, immediatamente, viene riempito da "aria".

Dall'implosione di quest'aria (CO2) risulta il rumore del "click".
La presenza dell'aria come cuscino, tiene per un periodo di tempo le superfici articolari separate, così che una seconda separazione (strappo), non potrà più provocare l'implosione e conseguentemente il "click".

La chiropratica usa il fenomeno della separazione delle giunture in maniera curativa, per dare tregua alle articolazioni dalla loro pressione ed usura interna che crea microinfiammazioni, degenerazioni o addirittura blocchi articolari.
Le diverse condizioni che affliggono le articolazioni vertebrali dovute a queste interferenze meccaniche e della loro funzione sono le cefalgie cervicali (mal di testa - emicrania), le cervicalgie (mal di collo), le cervicobrachialgie (dolori che partono dal collo e che si irradiano giù alle braccia fino alle mani), le dorsalgie, le intercostalgie, le lombalgie, le sciatiche, i dolori o formicolii alle dita delle mani e dei piedi, le deformazioni cifotiche e scoliotiche.
L'aggiustamento di un'articolazione vertebrale è un'azione molto complessa che deve essere eseguita da uno specialista Chiropratico. La direzione della mossa, la sua profondità, la velocità e la forza applicata, sono parametri fondamentali per la buona riuscita della manovra, senza danni.
La chiropratica si serve principalmente delle mani per eseguire la sua cura e non si limita unicamente al lavoro manipolativo associando tecniche diagnostiche fisiche, ortopediche, neurologiche, radiologiche e di laboratorio, applicando terapie ausiliarie fisioterapiche e riabilitative.